Home » ambiente » Presentate le iniziative sociali 'Terra di Puglia – pianta fiorita Puglia pulita'

Presentate le iniziative sociali 'Terra di Puglia – pianta fiorita Puglia pulita'

Pin It

terre di puglia“L’acqua è parente strettissima dei liquami, perché la purificazione dei liquami alimenta il riuso, aiutandoci a combattere la scarsità della risorsa, e conferisce la materia prima per la produzione di terriccio e concimi, dalla cui vendita si possono ottenere le risorse per gli investimenti nel servizio idrico integrato. Si tratta dunque di un’attività che produce benefici sia economici che culturali.”
Lo ha detto l’assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, nel corso della conferenza stampa di presentazione di “Terra di Puglia – pianta fiorita Puglia pulita” – Le iniziative sociali con la “Terra di Puglia” promosse da Acquedotto Pugliese, Coop Estense e Legacoop.

L’iniziativa sostiene iniziative di cooperazione sociale, promuovendo “Terra di Puglia”, il terriccio di qualità che proviene dai rifiuti pugliesi, prodotto da Aseco SpA, Società del gruppo Acquedotto Pugliese.
Terra di Puglia è ottenuta da rifiuti domestici “umidi”provenienti dalla raccolta differenziata, da scarti di attività agricole e agricolo/industriali, da fanghi derivanti dalla depurazione dei reflui civili.
La Coop Estense promuoverà la vendita del terriccio presso gli “Ipercoop” di Puglia e Basilicata e Aqp destinerà alla cooperativa sociale “Libera terra” di Mesagne, che fa capo alla rete di Don Ciotti e che coltiva terreni confiscati alla mafia, un quintale di ammendante naturale “Pura Terra”, per ogni tonnellata di prodotto venduto.

“Detto con ragionevolezza e senza enfasi – ha detto Amati – compiamo atti ordinari, che ci fanno pensare a quanto grave sia il ritardo del genere umano nell’assunzione di una consapevolezza: disperdiamo e abbiamo disperso per anni ricchezza ed abbondanza sulla base di un irragionevole tabù, il rapporto con la nostra cacca, che nel 2012 è insopportabile, prova ne siano anche le difficoltà linguistica che avvertiamo nel pronunciare le parole. Va superato il rapporto conflittuale con i nostri liquami, la cui utilità e bellezza, oso dire, in termini di custodia della terra e delle risorse naturali, andrebbe rivalutata, così come la natura suggerisce.
Oggi non aggiungiamo nulla di nuovo a quanto è ampiamente noto, se non ulteriore conoscenza e tecnologia, idonea a purificare, tutelare le risorse naturali, evitare le malattie ed, infine, accumulare un po’ di risorse per gli investimenti.
Quando Aqp, azienda pubblica, mette in commercio il terriccio e i concimi, prodotti – detto con estrema semplicità – dal processo di trattamento dei liquami, vuol dire che adempie alla più vibrante etica dei beni comuni, quella che trova la sua materialità solo nei fatti.”


Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Leave a Reply

You must be Logged in to post comment.





© 2014 IlSostenibile.it · Designed by laboratoridigitali.com
UA-15616680-1 Fatal error: Call to undefined function thisismyurl_popularity_getpr() in /htdocs/public/www/wp-content/plugins/popularity-stats/popularity-stats.php on line 486